Analisi Lingue

    I sostantivi in tedesco

    Introduzione

    I sostantivi sono quelle parole che si riferiscono a concetti delimitati, sia concreti che astratti. Essi possono essere maschili, neutri, femminili, oppure plurali. Inoltre, devono sempre seguire uno dei quattro casi, in base alla funzione che svolgono nella frase. Si scrivono sempre con la prima lettera maiuscola.

    Il genere ed il caso grammaticale dei sostantivi determinano quale articolo debba precederli e quale desinenza debbano avere gli aggettivi attributivi che seguono. Il genere va molto spesso imparato a memoria, poiché questo non è sempre deducibile dalla forma parola stessa. I casi grammaticali sono, come già menzionato, in accordo con la funzione del sostantivo.

    1. Il soggetto segue sempre il caso nominativo;
    2. Il complemento oggetto l'accusativo;
    3. Il complemento di termine segue il dativo;
    4. Il complemento di specificazione il genitivo.

    Si possono trovare alcune discrepanze con l'italiano. Ad esempio il verbo "fragen", (domandare), in tedesco richiede l'accusativo, mentre in italiano il complemento di termine. Oppure "helfen" (aiutare), il quale richiede il dativo, invece in italiano il complemento oggetto. Ad ogni modo, il numero di tali casi di discrepanza è limitato.

    A determinare il caso è anche la preposizione che precede il sostantivo, argomento discusso in "Le preposizioni in tedesco".

    Il genere dei sostantivi

    Solitamente, i sostantivi vengono imparati a memoria associati ad uno dei tre articoli determinativi di caso nominativo, così da imparare anche il genere. Comunque sia, alcune desinenze sono in grado di dirci di che genere sia il sostantivo:

    • I sostantivi che si riferiscono a persone sono dello stesso genere della persona. Quelli maschili generalmente terminano in "-er", mentre quelli femminili in "-in". Eccezioni: "die Mutter (madre)" e "die Schwester (sorella)";

    • Sono maschili quelli che terminano in “-er”, “-ling”, “-ich”, “-ig”. I sostantivi di origine straniera che terminano in “-ar”, “-är”, “-ast”, “-eur”, “-ier”, “-iker”, “-or”, “-ör”, “-us”;
    • Sono maschili i sostantivi senza desinenza derivati da verbi. Per esempio: "der Schlaf" (il sonno), "der Schlag" (il colpo), "der Witz" (lo scherzo);

    • Sono femminili la maggior parte dei sostantivi terminanti in “-e”. Tutti quelli terminanti in “-anz”, “-ei”, “-ie”, “-ik”, “-in”, “-heit”, “-keit”, “-schaft”, “-tät”, “-(t)ion”, “-(t)ur”, “-ung”. Eccezioni: Sprung, Ursprung, Schwung;
    • Sono femminili quelli derivanti da verbi e che terminano in "-t".

    • Sono neutri i verbi all'infinito sostantivati;
    • Sono neutri i sostantivi collettivi inizianti con “Ge-“.

    Formazione del femminile

    Per formare il femminile in tedesco, basta aggiungere "-in" al lemma base maschile. In caso il lemma maschile finisca in "-e", questa cade. Se la parola maschile contiene la parola "-mann", questa viene ovviamente sostituita da "-frau". Nella tabella sottostante sono presenti dei casi particolari di formazione del femminile, così come esempi regolari. Il contrassegno "(adj. Dek.)" sta per "adjektivische Deklination", ovvero "declinazione aggettivale", e significa che si tratta di aggettivi sostantivati. In tali casi la formazione del femminile segue le normali variazioni delle desinenze, in base alla declinazione.

    Lemma maschileFemminileTraduzione
    der Arzt -¨edie Ärztin -nenla dottoressa
    der Tierarzt -¨edie Tierärztin -nenla veterinaria
    der Anwalt -¨edie Anwältin -nenl'avvocatessa
    der Graf -endie Gräfin -nenla contessa
    der Koch -¨edie Köchin -nenla cuoca
    der Krankenpfleger -die Krankenschwester -nl'infermiera
    der Fachmann -leutedie Fachfrau -leutela specialista
    der Kaufmann -leutedie Kauffrau -leutela commerciante
    der Friseur -edie Friseuse -nla parrucchiera
    der Prinz -endie Prinzessin -nenla principessa
    der Abgeordnete (adj. Dek.)die Abgeordnete (adj. Dek.)la parlamentare
    der Angestellte (adj. Dek.)die Angestellte (adj. Dek.)l'impiegata
    der Chef -sdie Chefin -nenil capo (donna)
    der Schüler -die Schülerin -nenla scolara
    der Lehrer -die Lehrerin -nenl'insegnante
    der Student -endie Studentin -nenla studentessa
    der Präsident -endie Präsidentin -nenla presidente
    der Kollege -ndie Kollegin -nenla collega
    der Psychologe -ndie Psychologin -nenla psicologa

    Formazione del plurale

    In tedesco esistono vari modi per formare il plurale. A differenza dell'italiano, se si escludono i nomi composti, ci sono anche casi in cui a cambiare è una vocale interna alla parola. Le variazioni di questo tipo sono: la "a" può diventare "ä", la "o" può diventare "ö", e la "u" può diventare "ü".

    Accanto ai lemmi singolari solitamente è presente anche un trattino con delle lettere, e/o dei puntini alti ( ¨ ). Quella è l'indicazione di come costruire il plurale del lemma dato. Se ad esempio trovate "die Frau -en", significa che per formare il plurale bisogna aggiungere "-en" a "Frau", diventando così "die Frauen". I puntini stanno ad indicare che bisogna aggiungere l'umlaut all'ultima vocale. Ad esempio "der Irrtum -¨er " diverrà "die Irrtümer". Nel dittongo "au" l'umlaut va messo sulla "a", come per esempio "die Maus -¨e ", che al plurale diventa "die Mäuse". A fine pagina potete trovare una tabella che mostra gli undici plurali possibili con dei relativi esempi.

    Nonostante molte parole formino il plurale irregolarmente, e questi debbano quindi essere imparati a memoria, esistono casi regolarità:

    • I sostantivi maschili terminanti in "-er" o in "-en" sono invariabili, così come i stostantivi (neutri) con la desinenze diminutive "-chen" e "-lein";
    • I sostantivi maschili deboli che terminano in "-e" aggiungono "-n", mentre quelli che terminano con una consonante prendono "-en";

    • Tutti i sostantivi femminili terminanti in "-e" aggiungono "-n";
    • Tutti i sostantivi femminili che finiscono in "-ei", "-enz", "-ik", "-ion", "-heit", "-keit", "-schaft", "-tät" o "-ung" prendono "-en";
    • Tutti i sostantivi femminili che terminano in "-in" aggiungono "-nen";

    • Molte parole di origine straniera aggiungono "-s"
    Formazione del pluraleLemma singolarePluraleTraduzione
    -der Schauspieler
    der Löffel
    der Kuchen
    die Schauspieler
    die Löffel
    die Kuchen
    gli attori
    cucchiai
    le torte
    die Mutter
    der Vogel
    der Garten
    die Mütter
    die Vögel
    die Gärten
    le madri
    gli uccelli
    i giardini
    -edas Pferd
    der Arm
    der Blitz
    die Pferde
    die Arme
    die Blitze
    i cavalli
    i bracci/ le braccia
    i fulmini
    -¨edie Hand
    der Turm
    der Baum
    die Hände
    die Türme
    die Bäume
    le mani
    le torri
    gli alberi
    -erdas Kind
    das Geist
    das Gesicht
    die Kinder
    die Geister
    die Gesichter
    i bambini
    gli spiriti
    le facce
    -¨erder Mann
    das Dach
    das Buch
    die Männer
    die Dächer
    die Bücher
    gli uomini
    i tetti
    i libri
    -ndie Blume
    die Ausnahme
    die Frage
    die Blumen
    die Ausnahmen
    die Fragen
    i fiori
    le eccezioni
    le domande
    -endie Antwort
    die Gelegenheit
    die Gattung
    die Antworten
    die Gelegenheiten
    die Gattungen
    le risposte
    le possibilità
    i generi
    -sdas Auto
    die Party
    die Foto
    die Autos
    die Partys
    die Fotos
    le automobili
    le feste
    le foto
    -sedas Ereignis
    die Kenntnis
    das Erlaubnis
    die Ereignisse
    die Kentnisse
    die Erlaubnisse
    gli eventi
    le conoscenze
    i permessi
    -nendie Schauspielerin
    die Sängerin
    die Studentin
    die Schauspielerinnen
    die Sängerinnen
    die Studentinnen
    le attrici
    le cantanti
    le studentesse