Analisi Lingue

Le proposizioni coordinate (analisi del periodo)

Introduzione

Le proposizioni coordinate si trovano sullo stesso livello sintattico della proposizione principale e godono di totale autonomia. Esse si legano alla proposizione precedente tramite segni di punteggiatura oppure mediante l'uso di congiunzioni coordinative. Per esempio:

  • Giacomo mangia e parla contemporaneamente.
  • Al ristorante abbiamo mangiato, bevuto e ci siamo divertiti.

Una proposizione coordinata, analogamente alla principale, può fungere da proposizione reggente ad una coordinata o ad una subordinata:

  • Ho comprato un panino al formaggio per pranzo, ma non mi piaceva e quindi l'ho buttato.
  • Sono andato da Gio' e gli ho chiesto di nuovo se volesse venire al ristorante perché devo prenotare entro stasera.

Le proposizioni coordinate possono essere:

Proposizioni copulative

Le proposizioni copulative sono quelle introdotte da una congiunzione copulativa. La funzione delle congiunzioni copulative è quella di aggiungere contenuto in maniera sommatoria:

  • Il pomeriggio faccio sport e studio.
  • Non avevo contanti né mi funzionava la carta.

Proposizioni coordinate avversative

Le proposizioni coordinate avversative sono introdotte da una congiunzione avversativa ed esprimono informazioni in qualche modo contrastanti con la proposizione principale:

  • Siamo andati alla festa, però non c'era nessuno.
  • I soccorritori hanno fatto il possibile, tuttavia non sono risuciti a salvare le vittime.
  • Alla fine hai comprato gli hamburger, quando invece io ti avevo detto di prendere una pizza vegana!
  • Anna e Lucia sono andate a fare un giro, mentre le altre sono rimaste a casa.

Si noti che prima della congiunzione avversativa generalmente è presente anche la virgola.

Proposizioni conclusive

Le proposizioni conclusive, introdotte da una congiunzione conclusiva, seprimono la conesguenza diretta della proposizione precedente:

  • Non era rimasto niente a casa, quindi ho ordinato da asporto.
  • L' uscita sul retro è fuori servizio, pertanto bisogna utilizzare l'uscita principale.
  • Se non mi vuoi, allora me ne vado!

Analogamente alle proposizioni coordinate avversative, è necessaria la virgola oppure la congiunzione copulativa "e" oltre alla congiunzione conclusiva.

Proposizioni correlative

Le proposizioni correlative, introdotte da congiunzioni correlative, vanno in parallelo:

  • O andiamo in piscina o andiamo al mare.
  • Non solo si è mangiato tutti i panini, ma si è anche bevuto tutta l'acqua!
  • Oggi né mi sono allenato né ho studiato.

Proposizioni disgiuntive

Le proposizioni disgiuntive, introdotte da una congiunzione disgiuntiva, presentano un'alternativa:

  • Con questo codice ricevi un buono spesa oppure puoi entrare gratis al teatro.
  • Partiamo ora, altrimenti arriviamo in ritardo.

Proposizioni coordinate dichiarative

Le proposizioni coordinate dichiarative, introdotte da una congiunzione dichiarativa, precisano il contenuto della proposizione principale:

  • Marco non vuole spendere una lira, ovvero è tirchio.
  • Mi stavo annoiando, infatti me ne sono andato.
  • Non mi piace, in altre parole fa schifo.

È generalmente necessaria la virgola. In alcuni casi si può usare la congiunzione copulativa "e", come in "e infatti".

Inizio pagina