Analisi Lingue

Analisi grammaticale di base della lingua tedesca

Genere e numero

In tedesco si distinguono tre generi: maschile, femminile e neutro. Essi determinano quale articolo o pronome debba essere usato e la desinenza degli aggettivi.

Si distinguono il singolare e il plurale. A differenza dell'italiano, il plurale è unico e non distingue il genere. Questo non significa che i sostantivi andranno a formare il plurale tutti allo stesso modo, bensì che si impiegheranno gli stessi articoli e gli aggettivi avranno le stesse desinenze. Ecco un esempio:

  • der Hund (il cane)   →   die Hunde (i cani)
  • die Blume (il fiore)   →   die Blumen (i fiori)
  • das Geschenk (il regalo)   →   die Geschenke (i regali)

Come potete osservare, l'articolo per il pluale è sempre il medesimo.

I casi grammaticali

Inoltre, a differenza dell'italiano, la grammatica tedesca è coordinata da quattro casi grammaticali: nominativogenitivodativo, e accusativo.

  1. Il nominativo corrisponde perlopiù alla funzione di soggetto in italiano.
  2. Il genitivo, come potrete ben intendere, serve ad indicare possessione, ma può anche esprimere il complemento di determinazione.
  3. Il dativo corrisponde generalmente al complemento indiretto.
  4. L'accusativo, infine, è la controparte tedesca del complemento oggetto.

Essi sono onnipresenti nella lingua tedesca e servono a determinare la funzione di ogni singolo elemento all'interno della frase. Essi sono espressi dalle declinazioni, ovvero variazioni dell'articolo, della desinenza degli aggettivi, e in alcuni casi a variare è anche la desinenza della parola stessa. Ecco alcuni esempi:

  • Der Apfel ist rot. (La mela è rossa)   →   Ich esse den Apfel. (Mangio la mela)
  • Das Haus liegt im Zentrum. (La casa si trova in centro)   →   Die Tür des Hauses ist sehr klein. ( La porta della casa è molto piccola)

Nel primo esempio, quando la mela (che in tedesco è maschile) è soggetto, e quindi segue il caso nominativo, è preceduta dall'atricolo determinativo "der" , che diventa "den" quando è complemento oggetto, e segue quindi il caso accusativo. Nel secondo esempio invece, l'articolo di genere neutro di caso nominativo "das" diviene "des", di caso genitivo, e si aggiunge "-es" alla parola "Haus".

Formazione del plurale

Accanto ai lemmi singolari solitamente è presente anche un trattino con delle lettere, e/o dei puntini alti (¨). Quella è l'indicazione di come costruire il plurale del lemma dato. Se ad esempio trovate "die Frau -en", significa che per formare il plurale bisogna aggiungere "-en" a "Frau", diventando così "die Frauen". I puntini stanno ad indicare che bisogna aggiungere l'umlaut all'ultima vocale. Ad esempio "der Irrtum -¨er " diverrà "die Irrtümer". Nel dittongo "au" l'umlaut va messo sulla "a", come per esempio "die Maus -¨e ", che al plurale diventa "die Mäuse".

Altre note

Un'altra caratteristica della lingua tedesca è il fatto che i participi passati, i verbi all'infinito e i verbi coniugati nelle subordinate si mettono in fine di frase.

In tedesco tutti i sostantivi sono scritti con la prima lettera maiuscola.

Inizio pagina