Analisi Lingue

    I verbi modali in ingese

    Introduzione

    I verbi modali sono: can e could, may e might, must, shall e should, will e would.

    Le costruzioni verbali con funzione di verbo modale sono: be able to, be allowed to, ought to, have (got) to.

    I verbi modali inglesi sono difettosi in quanto non possiedono forme come l'infinito ed i participi presente e passato, casi in cui vengono sostituiti da altre costruzioni verbali. Inoltre, non aggiungono la "-s" alla terza persona singolare.

    I verbi modali reggono la forma base del verbo, non l'infinito, pertanto non si pone "to". Ad esempio:

    • It might be so. (Potrebbe essere così)
    • I will do it! (Lo farò!)
    • You can take it if you want. (Puoi prenderlo se vuoi)

    Analogamente agli ausiliari, i verbi modali vengono posti prima del soggetto nelle domande e si legano alla negazione "not" (anche contratta):

    • Will you marry me? (Mi vuoi sposare?)
    • May I not use it? (Non posso usarlo?)
    • Can't you do it now? (Non puoi farlo ora?)
    • I shouldn't stay at home doing nothing. (Non dovrei stare a casa a non fare niente)

    Can

    Il verbo modale "can" singifica "potere" e può essere usato per esprimere:

    1. abilità:
      • Can you play the piano? (Sai suonare il piano?)
      • She can't drive properly. (Non sa guidare bene)
    2. possibilità oggettive:
      • People cannot fly without artificial means. (Le persone non possono volare senza mezzi artificiali)
      • I can't call him, my phone is dead. (Non posso chiamarlo, ho il telefono scarico)
      • It can be quite cold in the desert at night. (Di notte può fare piuttosto freddo nel deserto)
      • Crossing the road without paying attention can be dangerous. (Attraversare la strada senza prestare attenzione può essere pericoloso)
    3. una richiesta:
      • Can you give me a hand? (Puoi darmi una mano?)
      • Can you walk the dog? (Puoi portare fuori il cane?)
    4. presenza o assenza di permesso:
      • Can I go to the bathroom? (Posso andare in bagno?)
      • My mum said I can't go out until 4. (Mia madre ha detto che non posso uscire prima delle 4)
      • Students cannot use their phones during class. (Gli studenti non possono usare il cellulare durante le lezioni)
      • Nota: La diceria che "can" non possa essere usato per chiedere il permesso di fare qualcosa è solamente una regola fittizia che non trova riscontro nella realtà. In situazioni formali si preferisce comunque l'uso di "may".

    Inoltre, "can" viene usato congiuntamente ai verbi di percezione involontaria "feel", "hear", "smell" e "taste" e con i verbi "imagine", "understand" e "remember":

    • Can you remember the name? (Riesci a ricodare/ ti ricordi il nome?)
    • Can you hear it? (Riesci a sentirlo/ lo senti?)
    • I can feel the tension in the air. (Posso sentire/ sento la tensione nell'aria)
    • I can't understand why she doesn't want to come. (Non capisco/ riesco a capire perché non voglia venire)

    La forma negativa di "can" può essere costruita in due modi: cannot oppure can't:

    • We cannot/ can't enter the museum with our cameras. (Non possiamo entrare nel museo con le macchine fotografiche)

    Il verbo can può essere usato sia con riferimento al tempo presente che futuro.

    • Can you lend me ten euros? (Puoi prestarmi dieci euro?)
    • You can finish it next week. (Puoi finirlo la prossima settimana)

    Per gli altri tempi verbali si usano "could" o le costruzioni verbali "be able to" e "be allowed to".

    Pronuncia di "can"

    Nelle frasi affermative e in quelle interrogative il verbo "can" si pronuncia [kən] e l'accento cade sul verbo principale:

    • Can you speak more slowly, please? (Puoi parlare più lentamente, perfavore?)
    • They can swim. (Loro sanno nuotare)

    Nelle risposte brevi ed in generale quando lo si enfatizza si pronuncia [kæn]:

    • Yes, I can. (Si, posso)
    • No, before I said that I can give it to you. (No, prima ho detto che posso dartelo)

    In forma negativa si pronuncia [kɑːnt] in Regno Unito e negli Stati Uniti [kʰẽə̃nt] oppure [kʰẽə̃n(ʔ)]:

    • It can't be true. (Non può essere vero)
    • I can't run that long. (Non posso correre così tanto)

    Could

    Propriamente, "could" è il past simple di "can", tuttavia, oggigiorno è ampiamente utilizzato anche al presente con un' accezione ammorbidita di "can". Per esempio:

    • When I first moved to the States, I couldn't understand a word of what people said. (Quando mi sono trasferito negli Stati Uniti, non riuscivo a capire una parola di quello che dicevano le persone)
    • She could be your grandmother. (Potrebbe essere tua nonna)
    • Could you turn off the fan? (Potresti spegnere il ventilatore?)
    • You could work as a waiter for the time being. (Potresti lavorare come cameriere per il momento)

    La forma negativa "couldn't" può essere usata solamente con accezione passata:

    • You could finish your work in the meantime. (Potresti finire il tuo lavoro nel frattempo)
    • You couldn't finish your work in the meantime. (Non potevi finire il tuo lavoro nel frattempo)

    Pronuncia di "could"

    Quando l'accento cade su "could", questo si pronuncia [kʊd], in caso contrario si pronuncia [kəd].

    La forma negativa contratta "couldn't" si pronuncia [ˈkʊdn̩t] oppure [kʊɾənt].

    May

    Il verbo modale "may" [meɪ], da non confondere con "May" (maggio), serve ad esprimere:

    1. una probabilità:
      • You may be right. (Può darsi che hai ragione)
      • He may be taking a shower. (Forse si sta facendo la doccia)
    2. un permesso:
      • May I pay by credit card? (Posso pagare con la carta di credito?)
      • You may take a picture if you want. (Potete fare una foto se volete)
      • Nota: Solitamente con il verbo "may" si fa riferimento ad un permesso specifico, per i casi generici si preferisce l'uso di "can" o "be allowed to".
    3. una contrapposizione:
      • You may be cute but you're way too arrogant. (Sarai anche bella ma sei troppo arrogante)
      • You may be old but you don't have much life experience. (Sarai anche vecchio ma non hai molta esperienza di vita)

    Nota: "may" non possiede la forma negativa contratta.

    Might

    "might"[maɪt] è il passato semplice di "may". Analogamente al discorso di "can" e "could", "might" è impiegato al presente per esprimere un' accezione ammorbidita di "may". Per esempio:

    • They might have gone home. (Magari sono tornati a casa)
    • It might rain this evening. (Potrebbe piovere stasera)
    • This might be tough. (Forse sarà dura)
    • I wonder if I might have a say. (Mi chiedo se potrei dire la mia)
    • I wonder if I might use your phone. (Mi chiedo se potrei usare il tuo telefono)

    Nota: "might" non ha la forma negativa contratta.

    Must

    Il verbo modale "must", che si traduce con "dovere", serve ad esprimere:

    1. un dovere percepito con una certa intensità da chi parla:
      • I must study more. (Devo studiare di più)
      • You must quit/ give up smoking. (Devi smettere di fumare)
      • I must apologize for what I did yesterday. (Devo scusarmi per quello che ho fatto ieri)
    2. una necessità oggettiva:
      • To get the window fully open, you must turn the handle like this. (Per aprire completamente la finestra bisogna/ devi girare la maniglia in questo modo)
      • To work as a nurse, you must first complete a six-month internship. (Per lavorare come infermiere devi prima fare un tirocinio di sei mesi)
    3. Una supposizione che si ritiene certa o quasi:
      • It must have been Josh. (Deve essere stato Josh)
      • He must have done this to get all the attention. (Deve averlo fatto per ricevere tutte le attenzioni)
      • She must be sad because she broke up with his boyfriend. (Deve essere triste perché ha rotto con il suo ragazzo)
    4. un obbligo:
      • Visitors must take off their shoes before entering the hall. (I visitatori devono togliersi le scarpe prima di entrare nella sala)
    5. un divieto:
      • We mustn't go inside. (Non dobbiamo andare dentro)
      • You mustn't give chocolate to the dogs. (Non devi dare la cioccolata ai cani)
      • Your supervisor mustn't treat you like that. (Il suo supervisore non deve trattarla così)

    Pronuncia di "must"

    Quando l'accento cade su "must", questo si pronuncia [mʌst], altrimenti [məs(t)].

    La forma negativa contrattatta "mustn't" si pronuncia [ˈmʌs.n̩t].

    Have to

    L' espressione "have to" può essere usata come sostituto nei tempi mancanti di "must" (anche al presente). Essa serve a:

    1. un ordine imposto da altri:
      • Do you have to clean bathrooms too? (Devi pulire anche i bagni?)
      • I had to check all the data again. (Dovevo ricontrollare tutti i dati)
      • Workers here have to notify the manager of any minor issues. (I lavoratori qui devono avvisare il direttore per ogni piccolo problema)
    2. una necessità oggettiva:
      • To get the window fully open, you have to turn the handle like this. (Per aprire completamente la finestra bisogna/ devi girare la maniglia in questo modo)
      • To work as a nurse, you first have to complete a six-month internship. (Per lavorare come infermiere devi prima fare un tirocinio di sei mesi)
    3. una mancanza di necessità:
      • You don't have to do it by yourself. (Non è necessario che tu lo faccia da solo)
      • I don't have to train that much to stay fit. (Non devo allenarmi troppo per restare in forma)

    Nota: "have to" non ha la forma contratta.

    "have got to"  e  "gotta"

    Nel linguaggio informale è possibile la costruzione "have got to" al posto di "have to". In questo caso è possibile la contrazione:

    • I've got to leave in 10 minutes. (Devo andarmene tra 10 minuti)
    • He's got to get a valid ticket. (Deve trovare un biglietto valido)

    Se l'accento non cade su "got to", questa è pronunciata [ˈɡɑɾə] in Nord America e [ˈɡɒʔə] nel Regno Unito. La parola "gotta" ne è la trascrizione informale e può essere trovata con una certa frequenza nei testi delle canzoni, in chat e nei meme:

    • I've gotta leave in 10 minutes. (Devo andarmene tra 10 minuti)
    • He's gotta get a valid ticket. (Deve trovare un biglietto valido)

    Ad ogni modo, in contesti piuttosto informali (anche nel parlato) non è raro l'uso di "gotta" senza l'ausiliare "have":

    • I gotta leave in 10 minutes. (Me ne devo anda' tra 10 minuti)
    • He gotta get a valid ticket. (Deve trova' 'n biglietto valido)

    Shall

    Il verbo modale "shall" nell'inglese contemporaneo è utilizzato solamente alle prime persone singolare e plurale. Esso si usa per:

    1. fare offerte:
      • Shall I help you? (Posso aiutarti?)
      • Shall I take your bag upstairs? (Le porto la borsa di sopra?)
    2. proporre un' attività:
      • Shall we go for pizza or steak? (Andiamo a mangiare una pizza o una bistecca?)
      • Shall we go clubbing or hang out downtown? (Andiamo in discoteca o facciamo un giro in centro?)
    3. chiedere consigli:
      • What shall I tell her? (Cosa devo dirle?)
      • Shall we try it again? (Dobbiamo provare di nuovo?)

    Nota: Non esiste la forma contratta di "shall not".

    Pronuncia di "shall"

    Quando l'accento cade su "shall", questo si pronuncia [ʃæl], in caso contrario si pronuncia [ʃəl].

    Should

    "should" è il past simple di "shall", è usato per riferirsi al presente, e generalmente si traduce con la forma al condizionale di "dovere". Esso si usa per:

    1. chiedere e dare consigli:
      • You should pay more attention when people talk to you. (Dovresti prestare più attenzione quando la gente ti parla)
      • Should we ask for permission first? (Dovremmo chiedere il permesso prima?)
      • Nota: Il consiglio espresso da "should" è meno intenso di quello espresso da "must".
    2. esprimere un rimprovero:
      • You shouldn't talk that much! (Non dovresti parlare così tanto!)
      • You shouldn't spend all your money in useless stuff! (Non dovresti spendere tutti i tuoi soldi in cose inutili!)
    3. esprimere un dovere a cui non ci si attiene:
      • I should go home but I don't want to. (Dovrei andare a casa ma non me ne va)
      • He should take his medicines but he's stubborn. (Dovrebbe prendere le medicine ma è testardo)

    Pronuncia di "should"

    Quando l'accento cade su "should", questo si pronuncia [ʃʊd], altrimenti si pronuncia [ʃəd].

    La forma negativa contratta "shouldn't" è pronunciata [ˈʃʊdn̩t].

    Will

    Il verbo modale "will"[wɪl] implica un'accezione di "volontà" nella frase. È quindi impiegato per:

    1. esprimere una richiesta:
      • Will you turn the light off? (Puoi spegnere/ Spegni la luce?)
      • Will you take that bag for me, please? (Puoi prendere quella borsa per me/ mi prendi la borsa, per favore?)
    2. fare un' offerta:
      • Will you have a cup of tea? (Vuoi una tazza di tè?)
      • Will your friend join us for lunch? (Il tuo amico si unisce a noi per pranzo?)
    3. esprimere una supposizione:
      • He will surely know it. (Lo saprà sicuramente)
      • - Someone is at the door.  - It will be my dad. ( - Qualcuno è alla porta  - Sarà mio padre.)
      • Nota: La supposizione espressa da "will" implica meno certezza di quella espressa da "must".

    Contrazione e negazione di "will"

    Il verbo "will", dopo tutti i pronomi personali tranne che "it", può essere contratto in " 'll ". Ad esempio:

    • You'll be okay. (Andrà tutto bene)
    • Don't worry, we'll do it for you. (Non preoccupatevi, lo faremo noi per voi)

    Nel linguaggio informale è ammessa la contrazione anche dopo "it" e "that":

    • It'll be your task. (Sarà il tuo compito)
    • That'll be her new friend. (Sarà il suo nuovo amico)

    La forma contratta di "will not" è "won't", e si pronuncia [woʊnt].

    Would

    "would" è il past simple di "will". Esso viene impiegato per:

    1. esprimere una richiesta formale:
      • Would you sign here, please? (Potrebbe firmare qui, per favore?)
      • Would you turn your camera off, sir? (Potrebbe spegnere la macchina fotografica?)
    2. esprimere un' azione abituale nel passato:
      • When we were younger, we would go out almost every night. (Quando eravamo più giovani, uscivamo quasi ogni sera)
      • When I was a kid, I would play ball every day with my friends who lived across the street. (Quando ero bambino, giocavo a palla tutti i giorni con i miei amici che vivevano dall'altra parte della strada)

    Pronuncia di "would"

    Quando l'accento cade su "would", questo si pronuncia [wʊd], in caso contrario [wəd] o persino [əd].

    La forma negativa contratta "wouldn't" si pronuncia ['wʊdn̩t] oppure [wʊɾənt].

    Be able to

    L' espressione "be able to" si traduce letteralmente con "essere in grado di" e viene impiegata con lo scopo di rimpiazzare i tempi verbali mancanti di "can" (viene usata anche al presente). Per esempio:

    • Are you able to jump that fence without touching it? (Sei in grado di saltare quella staccionata senza toccarla?)
    • I wasn't able to call her because I didn't have my phone with me. (Non ho potuto chiamarla perché non avevo il mio telefono con me)
    • They haven't been able to try it even once. (Non sono riusciti a provarlo nemmeno una volta)
    • Will you be able to accomplish this on your own? (Sarai in grado di realizzare tutto questo da solo?)
    • I want you to be able to speak German fluently by the end of the year. (Voglio che tu sia in grado di parlare correntemente il tedesco entro la fine dell'anno)
    • I would like to be able to swim. (Vorrei saper nuotare)

    Nota bene: "be able to" non può essere usata con l'accezione di "avere il permesso".

    Quando si fa riferimento ad una capacità generica nel passato è preferibile usare "could" anziché "be able to". Quest' ultima è invece più adatta per riferirsi ad un momento specifico nel passato. Si osservino gli esempi:

    • He wasn't able to speak while on stage. (Non era in grado di parlare mentre era sul palco)
    • When she was in her mid-twenties she could run for kilometers without taking a break. (Quando aveva vent'anni poteva correre per chilometri senza fare pause)

    Be allowed to

    L' espressione "be allowed to" si traduce con "essere autorizzati a". Può essere impiegata nei tempi verbali mancanti di "can":

    • I'm not allowed to watch that movie. (Non mi è permesso guardare quel film)
    • I won't be allowed to take any pictures in the museum. (Nel museo non mi sarà permesso di scattare alcuna foto)

    Riferendosi ad un permesso generico nel passato è più solito l'uso di "could", mentre si preferisce "be allowed to" per i casi specifici. Si osservino gli esempi:

    • When I was a kid I could eat candy whenever I wanted. (Quando ero bambino potevo mangiare caramelle quando volevo)
    • He was not allowed to enter the club because he wasn't wearing a shirt. (Non gli è stato permesso di entrare nella discoteca perché non indossava una camicia)

    È comunque possibile l'uso di "couldn't" (o could not) per i casi specifici:

    • They couldn't have a say because of their bad reputation. (Non hanno potuto dire la loro a causa della loro cattiva reputazione)

    Ought to

    L' espressione "ought to" ha un significato simile a "should", con la differenza che non è molto comune in forma negativa o interrogativa ed è usata principalmente in ambito formale. Si traduce generalemente con il verbo "dovere" al condizionale. Essa serve ad esprimere:

    1. un giudizio o un' aspettativa:
      • You ought to work harder. (Dovresti lavorare di più)
      • They ought to be done by now. (A quest'ora dovrebbero aver finito)
      • He ought to be a lot nicer to us. (Dovrebbe essere molto più gentile con noi)
    2. un obbligo morale:
      • People ought to go voting. (La gente dovrebbe andare a votare)
      • You ought to treat your friends well. (Dovresti trattare bene i tuoi amici)
    3. un rimorso od una critica di un fatto passato (La costruzione è "ought to" + present perfect):
      • I ought to have told her. (Avrei dovuto dirglielo)
      • They ought to have told us they didn't want to come. (Ci avrebbero dovuto dire che non volevano venire)

    Nota: Il grado di intensità espresso da "ought to" è pressappoco identico a quello espresso da "should".